Libri ad Alta Leggibilità

IO NO! …o forse sì

David LaRochelle


FINALISTA PREMIO ANDERSEN 2015 – categoria oltre i 15 anni

«Non sono gay perché ho portato un cane
al ballo. Ho portato un cane al ballo
perché sono gay.»
Questa spiegazione suonava confusa anche a me.

UN GRIDO OTTIMISTA PER TUTTI,
UN COMING OUT SPALMATO DI IRONIA

 

€14.00

Leggi l'anteprima
Categoria: Tag: , , ,
ISBN: 978-88-89921-97-5 Fascia d'età: dai 15 anni Numero di pagine: 224

PREMI

• Sid Fleischman Humor Award •
• American Library Association’s Best Books for Young Adults •
• Booklist Top Ten Debut Novel •
• Booklist’s Editors’ Choice •
• Cooperative Children’s Book Center Choices •
• International Reading Association Young Adult Choices •
• New York Public Library’s Books for the Teen Age •

Selezionato da Cepell per il progetto InVitro

Libro del giorno – Fahrenheit, RaiRadio3

Un romanzo di formazione con una marcia in piú… Gay o non gay, la storia di Steven è trasversale all’adolescenza tutta, è universale – Il Manifesto

Con grande ironia Larochelle intreccia un romanzo di formazione profondo e divertente Andersen

Un libro così profondamente divertente e così scanzonatamente profondo non mi era capitato mai di leggerlo – Lettura candita

Una delle storie di coming out più divertenti e meno retoriche che io abbia mai letto Le cose cambiano

Un colpo di risate che si abbatte sul muro ammuffito del pregiudizioQualcuno con cui correre

Un romanzo che si legge davvero in un soffio, scorrevole, spassoso, fresco ma anche acuto, capace, con un’ironia benevola, di disvelare pensieri e stati d’animo realisticiLibri e marmellata

Un romanzo serio e divertente sull’essere se stessi, sul trovarsi a proprio agio nella propria pelle e nel mondo – Biblioragazzi Biblioletture

Sollevando a piene mani il tema dell’identità, potrà coinvolgere molti lettori adolescenti, come una commedia di formazione dal valore universale, perché sotto la comicità le esperienze-chiave della fatica di crescere ci sono tutteLiBeR

Un romanzo fantastico… Steven è un personaggio che al lettore sarà subito simpaticissimo.
Cosa aspettate a conoscerlo?
Zebuk

La leggerezza della trama, caratterizzata da una grande ironia, sostiene una profondità di introspezione nella psiche di adolescenti e di adulti che lascia basiti per nitore e potenzaHamelin

[LaRochelle] ha scritto un libro allegro, gioioso, ottimista, divertente, brillante, frizzante, a tratti esilarante, ma pure commovente, in certi momentiMangialibri

Vi basteranno poche pagine per diventare amici di Steven e per cominciare a volergli bene come se ne vuole alle persone autentiche, ironiche e appassionatamente in cerca di sé… Il coming out di Steven è quello di ciascuno di noi quando trova il coraggio di dire ad alta voce: “Io sono così!”Libero Stile

Un reportage “interiore” fedele e personale, credibile e appassionato, emozionate e divertente – Area Di.To.

Una tematica di estrema attualità raccontata con arguzia e semplicitàChronicaLibri

Un libro sul coming out che finalmente non sembra un libro depressivo. Yuppii!FN

La storia di Steven e un dubbio che sembra molto più grande dei suoi sedici anniYouKid

Un invito per lettori preadolescenti a scoprire protagonisti capaci di oltrepassare i propri limiti, fisici, emotivi, preconcettiGiGi, il giornale dei giovani lettori

È proprio la chiarezza, insieme all’ironia e alla leggerezza, il maggior pregio di questo romanzo che ha meritato premi nel mondo anglosassone e la candidatura al premio Andersen. Da leggere se si è adolescenti o se si sta a contatto con loro. E alla fine poco importa il tema: una storia divertente è una storia divertente e questo dovrebbe bastare a farle guadagnare lettori – Biblioteca Alpigliano

Certamente il lettore italiano al pensiero di un “travagliato coming-out” pensa subito a tragedie famigliari, doppia vita notturna, preti svenuti e botti dal primo bullo omofobo che capita. Niente di più sbagliato! Danielaedintorni

Un libro che ho assaporato pagina dopo pagina. Un romanzo che, alla fine, dispiace dover lasciareConsigli per letture a costo zero (o quasi)

Si può suscitare empatia in molti modi: questo libro lo fa facendo leva sulla simpatiaRadiondaurto

Ci sono libri per i quali ogni descrizione è limitativa. Capita, soprattutto a quelli che sprizzano vitalità da ogni pagina e per i quali l’unico consiglio che dovremmo dare è racchiuso nella parola “leggilo”Il grande colibrì

Lascia un commento


Be the first to review “IO NO! ...o forse sì”

*